Fiale-Fialoni-Premitappi

   - Via de Ruggiero Trotula, 23, 84121 Salerno SA - Salerno
0

Informazioni generali

Le prime fiale sigillate in vetro compaiono verso la fine dell'800. Erano costituite da un tubetto di vetro chiuso alle due estremità. La loro comparsa è legata all'introduzione in terapia della via parenterale. La prima via fu quella intramuscolare e per detergere la cute si usava l'etere solforico, il quale evaporando rapidamente e raffreddando la cute, provocava una leggera anestesia. I flaconi per infusioni, generalmente per ipodermoclisi furono costruiti in vetro, muniti di una protuberanza inferiore provvista di un foro, cui si collegava il tubo da infusione, e una larga apertura superiore, dove era messo il liquido medicamentoso (soluzione glucosata o fisiologica), che veniva chiusa con un tappo di sughero. Poiché era importante la chiusura ermetica del flacone, si utilizzava uno speciale premi tappo atto a comprimere il sughero, che cosi schiacciato, era rapidamente infilato nell'apertura inferiore. Una volta inserito, il tappo, riprendendo la dimensione iniziale, chiudeva a perfetta tenuta il collo del flacone.

Audioguide (0)

Nessuna audioguida registrata.

Commenti (0)

Nessun commento inserito.